Home » Soggiorno

come smacchiare una poltrona relax

Inserito da on 6 aprile 2017 – 11:24No Comment
0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Hai comprato una poltrona relax ed ora vivi con la paura di poterla rovinare macchiandola con caffè, aranciata o altre sostanze difficili da pulire? Oppure vuoi acquistare una poltrona per anziani ma credi che si rovini molto facilmente e che in poco tempo possa diventare il punto debole per l’estetica del tuo soggiorno o della tua cucina? Segui i nostri consigli su come smacchiare una poltrona relax, e vedrai che il compito è più semplice di quanto possa sembrare.

Per prima cosa dobbiamo dire che è vero, le poltrone relax per anziani e disabili sono degli oggetti molto esposti a macchie e sporco in generale. Le poltrone vengono spesso acquistate per soddisfare il bisogno di chi, per problemi di salute o a causa dell’età, è costretto a rimanere seduto per molte ore e spesso, sopra la poltrona, consuma anche i pasti. È facile capire che con un uso quotidiano legato anche al consumo di cibo e bevande, una macchia è sempre in agguato. Ma se da una parte è facile sporcare la poltrona, dall’altra bisogna dire che al giorno d’oggi esistono tessuti studiati apposta per non lasciare penetrare il liquido e le sostanze grasse. In questo modo lo sporco non riesce a raggiungere gli strati più profondi del tessuto e non rovina l’estetica della poltrona.

Qual è il primo passo da compiere per avere una poltrona relax sempre in ordine?

La prima cosa a cui dobbiamo pensare, prima ancora di acquistare la nostra poltrona per anziani, è la qualità della poltrona stessa. Se è vero che la tecnologia ci permette di avere tessuti che resistono in modo efficace alle macchie, è anche vero che non tutti i produttori li utilizzano per i propri prodotti. Quando si acquista una poltrona bisognerebbe informarsi sulla qualità dei rivestimenti e sui trattamenti antimacchia e idrorepellenti a cui sono stati sottoposti. Lapoltronarelax.it, per esempio, propone diversi ti di tessuto per i vari modelli, e molti di questi sono dichiaratamente trattati per resistere ai liquidi e ai grassi, semplificando così di molto il lavoro di chi deve mantenere la poltrona sempre in un buono stato estetico, e sempre apposto dal punto di vista igienico.

Ma come faccio a smacchiare una poltrona relax quando accidentalmente cade un liquido o una sostanza grassa sopra il rivestimento?

Abbiamo detto che se la poltrona è rivestita con un tessuto idrorepellente o antimacchia, il liquido versato sopra farà difficoltà ad entrare. Se guardiamo il video del sito lapoltronarelax.it, vediamo che il caffè versato, rimane in superficie, e diventa come una piccola bollicina che non penetra in profondità. A questo punto la prima cosa da fare, è assorbire il liquido. Come fare? Con un semplice pezzo di carta assorbente, quella classica che tutti noi abbiamo in casa. Se appoggiata sopra la macchia, la carta farà il suo lavoro e inizierà ad assorbire il liquido che è rimasto in superficie. In questo modo avremo già tolto la maggior parte dello sporco, e soprattutto avremo fatto in modo che la sostanza non sia scesa negli strati più profondi del tessuto, magari fino ad arrivare all’imbottitura.

smacchiare la poltrona relax

Quando abbiamo asciugato la macchia con la carta, bisogna eliminare l’alone che può essere più o meno rimasto sul tessuto a seconda del liquido versato e dei trattamenti che il tessuto stesso ha avuto. Diciamo subito che non sono necessari particolari detergenti professionali per pulire la macchia, ma anzi, sono preferibili dei saponi neutri. Aggredire infatti la poltrona con dei detergenti industriali non è la scelta giusta, anche perché queste sostanze potrebbero rovinare la parte pulita, creando delle zone più chiare dovute all’eccessiva azione smacchiante. Un altro motivo per cui non bisogna usare questi detergenti aggressivi è che in realtà non servono proprio a niente, in quanto il sapone neutro basta e avanza se il tessuto da lavare è stato trattato per essere idrorepellente o antimacchia.

Quando abbiamo passato un panno imbevuto di sapone neutro e lo abbiamo strofinato sopra l’alone, è il momento di sciacquare. Prendiamo un contenitore, tipo una piccola ciotola, e la riempiamo d’acqua. Immergiamo lo stesso panno che abbiamo usato prima in modo da togliere così ogni residuo di sapone rimasto. Passiamo il panno imbevuto d’acqua sopra la macchia e togliamo la leggera schiuma che si era formata. A questo punto ci ritroviamo un tessuto più o meno bagnato, in corrispondenza del liquido che era caduto sulla poltrona relax, ma la macchia, è già sparita. Dobbiamo quindi asciugare o almeno togliere l’acqua in eccesso. Prendiamo un altro panno, asciutto e con questo tamponiamo delicatamente la parte bagnata. Consigliamo sempre di essere delicati non tanto per non rovinare il tessuto quando lo smacchiamo, ma per evitare di agire troppo sulle fibre e portare così la parte interessata ad un precoce invecchiamento dopo che magari siamo stati costretti a smacchiarla per diverse volte.

A questo punto il gioco è quasi fatto. Dobbiamo solo aspettare che il tessuto si asciughi del tutto e, quando si sarà asciugato, non crederete ai vostri occhi: la macchia non c’è più o meglio, come diciamo sempre noi, non c’è mai stata perché il trattamento idrorepellente la ha bloccata sul nascere.

Anche se non ce ne accorgiamo, la tecnologia fa passi da gigante anche nel campo dei tessuti, e ci da una mano a vivere più serenamente senza doverci preoccupare ogni giorno di non sporcare la nostra poltrona e i nostri divani. Acqua, sapone neutro e un panno asciutto, e la macchia scompare, come per magia.

Lascia un commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto, o trackback dal tuo sito. È anche possibile Comments Feed via RSS.

Sii gentile. Keep it clean. Rimani in argomento. No spam.

È possibile utilizzare questi tag:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo è un Gravatar-enabled weblog. Per ottenere il tuo globalmente riconosciute-avatar, registri prego a Gravatar.